All in Arte

CRISTINA CELLINI ANTONINI - Intervista alla fondatrice di Le Dame Art Gallery a Londra

Le Dame Art Gallery è nata da un’idea mia e di Chiara Canal, sette anni fa. All’epoca avevamo condotto un’indagine sulla presenza di artisti italiani presso le gallerie londinesi e avevamo notato che non ce n’erano di specializzate. La prima galleria, a Notting Hill, si chiamava Le Dame – Made by Italians, proprio per sottolineare il carattere italiano di arte e artigianato.

HOCKNEY VAN GOGH - La gioia della natura in mostra ad Amsterdam

La grande mostra Hockney-Van Gogh: The Joy of Nature dimostra l'inconfondibile influenza che Vincent Van Gogh ha avuto sul lavoro di David Hockney (1937) e dal 1° marzo al 26 maggio 2019, presso il Museo Van Gogh di Amsterdam, i visitatori avranno la possibilità di apprendere il fascino dei due artisti per la natura, il loro uso dei colori vivaci e la loro sperimentazione con la prospettiva.

PAUL KLEE – L’artista svizzero in mostra a Milano fino a marzo 2019

Sosteneva Paul Klee: “Tutta l’arte è un ritorno all’origine, è nell’oscurità, i suoi frammenti vivono sempre nell’artista”, e la  mostra Paul Klee. Alle origini dell’arte, a cura di Michele Dantini e Raffaella Resch, ne è la conferma. L’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico presso il Mudec di Milano fino al 3 marzo 2019, presenta un’ampia selezione di opere del pittore svizzero sul tema del “primitivismo”.

ESTAMENTOS – A Madrid, fino al 14 dicembre, la mostra artistica collettiva

Estamentos rappresenta tre sguardi verso il corpo, in cui ogni artista propone un viaggio diverso e personale verso ciò che tale concetto contiene e rappresenta. La pelle, il gesto e la sua interazione ci appaiono sotto forma di immagini figurative ed astratte, fotografie che rivelano problemi biologici, sociologici e psicologici, partendo dall'elemento principale della differenza umana e della somiglianza: il corpo. Esempi di habitus di Bourdieu, che prendono forma grazie allo sguardo di queste tre artiste.

QUANDO IL DESIGN DIVENTA RIVOLUZIONE – La favola di Minale Tattersfield tra genio creativo e razionalità

Fondata nel 1964, Minale Tattersfield è una delle più antiche agenzie di design di Londra. Il segreto di un così grande successo è da attribuire, innanzitutto, al suo carismatico fondatore: Marcello Minale. Scomparso nel 2000, l’eredità leggendaria di Minale è stata immediatamente raccolta da suo figlio Marcello junior: sotto la sua guida Minale Tattersfield ha guadagnato la nomination al British Best Design per Magenta Way, il sistema di segnaletica delle Olimpiadi di Londra. A partire dal 1968, però, l’agenzia ha potuto contare anche sul contributo fondamentale di un personaggio decisamente fuori le righe: Alex Maranzano, altro genio indiscusso del design.