BUON COMPLEANNO FIAT - Il sogno italiano compie 120 anni

BUON COMPLEANNO FIAT - Il sogno italiano compie 120 anni

Il Bel Paese, si sa, è patria di artisti, mercanti, artigiani; è il paese dell’arte, della cultura, della cucina e del buon gusto. Tante sono le aziende che sono nate in Italia ed hanno avuto un successo planetario: tra queste la FIAT.

L’11 luglio 1899, a Torino, alcuni imprenditori e professionisti guidati da Gianni Agnelli, uniscono le loro forze per realizzare un sogno che da tempo condividono: una fabbrica automobilistica completamente italiana, in grado di offrire una mobilità democratica.

Nasce così ufficialmente la FIAT: Fabbrica Italiana Automobili Torino. Nello stesso anno inizia anche la produzione della prima auto firmata FIAT, la Fiat 3½ HP.

Fiat_1899_120anniversary_fabbricaitalianaautomobilitorino_tablet portrait_730x5001.png

Quotata in borsa a partire dal 1903 viene trasformata, successivamente, in una holding in grado di espandere la propria produzione in molteplici settori: dal 1908, infatti, FIAT viene estesa anche al settore dell’aviazione sino ad arrivare, successivamente, al settore dell’ingegneria civile e dei trattori agricoli e, a partire dal 1970, all’energia ed alle telecomunicazioni.

Il suo primo nome non fu quello attuale, ma Fabbrica Italiana di Automobili, cambiato in FIAT nel 1906. Oltre ad essere un acronimo (Fabbrica Italiana Automobili Torino), il termine FIAT, tradotto dal latino, significa “che sia”: un’espressione che sembra voler auspicare un messaggio positivo.

Quindi, “che sia” cosa? Magia? Emozioni? Lusso?

In 120 anni di attività, FIAT non solo ci ha regalato tutto questo, ma ha contribuito a costruire la storia italiana, sia automobilistica che sociale e culturale, diventando punto di riferimento e sinonimo del costume italiano in tutto il mondo.

Le corrette produzioni e strategie di marketing, già nel periodo tra le due guerre, permettono all’azienda di raggiungere un successo ad ogni livello anche in un periodo di distruzione e disperazione (i cavalli di battaglia sono, nel 1932, la Balilla e, nel 1936, la 500 Topolino).

Nel secondo dopoguerra, sotto la sapiente guida di Valletta, si arriva ad una più ampia diffusione dell’automobile grazie all’affermazione della produzione su larga scala, basata sulla progressiva automazione degli impianti e sulla standardizzazione dei processi produttivi. Questo porta anche ad un aumento dell’occupazione: dal 1949 al 1959 i dipendenti aumentano del 20%, mentre la produzione di automobili cresce di sei volte.

Nel 1957, nasce la nuova 500 come erede ed evoluzione della rivoluzionaria Topolino, per rispondere all’esigenza di avere una vettura economica e pratica allo stesso tempo: si tratta di un’auto che raccoglie la sfida tecnologica di ridurre le dimensioni di ogni componente, mantenendo negli anni uno spirito giovane e iconico.

La società viene riorganizzata alla fine degli anni Sessanta e le numerose compagnie che fanno parte del gruppo suddivise in diversi settori: automobili, veicoli industriali, macchine per l’agricoltura e l’edilizia, componenti per automobili, macchine industriali e prodotti metallurgici, mezzi e sistemi di produzione, motori e cambi, editoria e comunicazione.

Inoltre, attraverso il Centro ricerche FIAT ed altre società del gruppo, si svolge attività di ricerca nei campi dell’ingegneria automobilistica, dei processi produttivi, delle metodologie tecnico-gestionali.

La compagnia è anche presente in settori quali la grande distribuzione, servizi finanziari e assicurativi, costruzioni ferroviarie e velivoli.

Insomma, un vero e proprio colosso che ha affiancato, e in alcune occasioni perfino influenzato, la storia dell’Italia per 120 anni. Nemmeno le crisi attraversate – le principali negli anni Ottanta e nel 2000 – hanno minato l’azienda, che è riuscita a fronteggiarle con abilità, permettendo un rilancio occupazionale e di mercato e dimostrando una continua capacità di rinnovarsi.

E adesso, dal quel lontano 1899 sono trascorsi 120 anni: di emozioni, sensazioni, colori. Ma che cosa bolle in pentola per celebrare questo importante traguardo? FIAT ha in programma un’immensa festa a Ginevra dove, per l’occasione, presenterà la collezione di 500 dedicata all’anniversario. Intanto, Poste Italiane ha lanciato una collezione di francobolli dedicati esclusivamente all’azienda di Torino. Non ci resta, quindi, che fare gli auguri a questo magnifico sogno italiano: buon compleanno, FIAT!

In copertina: Fiat 500

Immagini dal sito web FIAT

FRANCESCO ERCOLANI - Fondatore del Coro Ufficiale Italiano in Spagna

FRANCESCO ERCOLANI - Fondatore del Coro Ufficiale Italiano in Spagna

LA KEATS SHELLEY HOUSE - Un tuffo nel Romanticismo inglese nel cuore di Roma

LA KEATS SHELLEY HOUSE - Un tuffo nel Romanticismo inglese nel cuore di Roma