NAVE ITALIA – Presentata a Praga la terza edizione

NAVE ITALIA – Presentata a Praga la terza edizione

È stata presentata, presso l’Ambasciata d’Italia a Praga, la terza edizione per la Repubblica Ceca dell’Iniziativa “Nave ITALIA”. Lanciato dall’ex Ambasciatore italiano a Praga Aldo Amati, e proseguito con entusiasmo dall’Ambasciatore Francesco Saverio Nisio, il progetto mostra il volto più umano e più bello delle istituzioni della Repubblica.

Nave ITALIA, promossa dalla fondazione italiana “Tender To Nave ITALIA”, dalla Marina militare italiana e dallo Yacht Club italiano, si prefigge lo scopo di regalare a giovani tra gli 8 e i 14 anni, in situazione di disagio, anche sociale o affettivo, un’esperienza speciale, un’avventura che li possa aiutare a guardare alla vita con nuovi stimoli e con una rinnovata fiducia, accrescendo l’autostima e la capacità di agire in maniera indipendente.

Nave ITALIA 2019.jpg

Su impulso dell'Ambasciata, con la collaborazione dell'associazione ceca “Chance4Children” e grazie al generoso sostegno di UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia, quindici bambini della Repubblica Ceca che hanno superato malattie oncologiche o altri gravi disagi, voleranno il 27 giugno da Praga a Roma dove, in compagnia di cinque volontari, avranno modo di visitare le bellezze della Capitale, con soste ai musei Vaticani, al Colosseo e ai Fori imperiali. Il 30 navigheranno in traghetto da Civitavecchia ad Olbia, per poi salire il 2 luglio a bordo di Nave ITALIA, il brigantino più grande del mondo, per una cinque giorni di navigazione nel Mediterraneo allietata da laboratori creativi combinati con animazioni e attività marinaresche. Al ritorno, saranno accolti all’ospedale di Olbia dai pazienti del reparto di pediatria, con i quali condivideranno le esperienze di viaggio.

Nonostante l’altissimo profilo istituzionale, alla presenza del Ministro della Sanità della Repubblica Ceca, Adam Vojtech, l’atmosfera alla presentazione è stata calorosa e informale perché, in fondo, si è trattata di una festa dedicata ai bambini.

“Il progetto dimostra che la nostra speciale collaborazione funziona” – ha dichiarato il Ministro Vojtech – “salute e forza mentale vanno rinforzate per far crescere bene i ragazzi”.

“Nave ITALIA è encomiabile sotto molteplici aspetti. Crea un ponte tra Paesi all’insegna della solidarietà, promuove la cultura del mare come strumento di sviluppo interiore, di inclusione sociale e terapia. Ma soprattutto, pone al centro di tutte le dinamiche il bambino, con le problematiche della malattia e del reinserimento in un percorso di crescita sano e ricco di nuovi stimoli affettivi e conoscitivi”, ha affermato nel suo breve discorso di presentazione l’Ambasciatore Nisio, per poi rivolgersi direttamente ai bambini presenti, augurando loro buon viaggio e raccomandandosi di “fare i bravi… ma non troppo”.

Nave Italia.jpg

Paolo Iannone, General Manager di UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia, ha invece dichiarato: “Mi fa molto piacere che i bambini possano godere di questa escursione entusiasmante e ricca di divertimenti a bordo della barca a vela più grande del mondo, visitando Olbia e Roma e facendo nuove amicizie. UniCredit Bank è orgogliosa di sostenere questo progetto, che offre un’esperienza davvero unica a bambini che hanno affrontato cure oncologiche o gravi disagi, e che fornisce speranza e incoraggiamento anche ad altri bambini. Il nostro impegno a lungo termine, nell’ambito dell’iniziativa di social impact banking, ha l’obiettivo di sostenere e collegare le comunità e di sensibilizzare sul tema in modo da avere un impatto positivo sulla società".

Al progetto hanno collaborato, con entusiasmo e generosità, anche le Ferrovie dello Stato Italiane, la Terravision Transfers, il Gruppo Grimaldi, i Musei Vaticani, la Onlus Villachiara di Olbia, ATS Sardegna e Czech Airlines, la compagnia di bandiera ceca, che ha garantito gratuitamente gli spostamenti aerei tra i due Paesi.

Nave_Italia_polena.jpg

La Fondazione Tender To Nave ITALIA Onlus promuove dal 2007 numerosi progetti di solidarietà a favore di associazioni non profit, Onlus, scuole, ospedali, servizi sociali, aziende pubbliche o private che sostengono azioni inclusive verso i propri assistiti e le loro famiglie. I progetti educativi e riabilitativi si sviluppano a bordo del brigantino Nave ITALIA, con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano attraverso la vita di mare e la navigazione, abbattendo i pregiudizi sulla disabilità e sull’esclusione sociale. Il Comitato scientifico della Fondazione seleziona i migliori progetti pervenuti e ne coordina la realizzazione.

Nel 2018 sono stati imbarcati su Nave ITALIA 316 partecipanti (155 area disabilità, 37 area salute mentale, 124 area disagio famigliare e scolastico) con 112 operatori coinvolti. I protagonisti a bordo sono bambini, adolescenti e adulti con disabilità, disagio psichico o disagio sociale e famigliare, che hanno ogni giorno grandi ostacoli da affrontare e che a bordo riconquistano la fiducia in se stessi, attraverso un’esperienza che unisce l’amore per il mare all’amore per la vita.

In copertina: Nave Italia

Immagini per gentile concessione dell’Ambasciata d’Italia a Praga

 

SIRACUSA - Ortigia e la magia del Teatro Greco

SIRACUSA - Ortigia e la magia del Teatro Greco

BIAGIO AGNES - Il Premio Internazionale di Giornalismo giunge alla XI edizione

BIAGIO AGNES - Il Premio Internazionale di Giornalismo giunge alla XI edizione